Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/197: IL RITORNO DI TOGER WOODS

Il campione di nuovo sul green nel "Torneo degli eroi"


NASSAU - Un evento atteso, e da molti auspicato: il fuoriclasse Tiger Woods 41enne di Cypress (California), si rimette in gioco. È sceso in campo dal 30 novembre al 3 dicembre all’Albany Golf Course (par 72) di Nassau, a New Providence sulle isole Bahamas, praticamente a casa sua,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/196: AD ALICANTE LA SFIDA ITALIA - SPAGNA DEI GIORNALISTI

Vincono gli iberici, ma è festa per tutti


ALICANTE (SPA) - Ad Alicante, il match “Periodistas España-Italia”, la tradizionale sfida dei giornalisti spagnoli nostri antagonisti, in un clima di grande amicizia. È il più cordiale e allegro tra gli incontri internazionali che nella stagione vede i giornalisti...continua

ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

OPERAZIONE "ZERO IN CONDOTTA" CONTRO LO SMERCIO DI DROGA TRA STUDENTI TREVIGIANI


“Zero in condotta”, questo il nome dell'operazione eseguita dalla squadra mobile della Polizia di Treviso scattata alle prime luci dell'alba di questa mattina e che ha visto una serie di controlli e perquisizioni a casa di decine di studenti trevigiani, al fine di stroncare una fitta rete di smercio collaudata che si era creata nel tempo di sostanze stupefacenti come Ketamina, cocaina, Hashish, ecstasy, anfetamina.
I ragazzi fermati per smercio sono una decina, una trentina invece quelli segnalati come soli assuntori delle sostanze. Si tratta di giovani tra i 16 e i 18 anni, appartenenti a famiglia di diverse classi sociali.
Per due diciottenni è scattato il provvedimento di custodia cautelare presso una comunità delle vicinanze, mentre alcuni degli indagati sono accusati inoltre di aver compiuto atti vandalici alla scuola Serena di Treviso il 3 febbraio scorso.

Ai nostri microfoni, parla dell'operazione zero in condotta il questore di Treviso, dottor Filippi Lapi, e il capo della squadra mobile di Treviso, dottor Riccardo Tumminia.