Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Maggiori informazioni
Golf
PILLOLE DI GOLF/136: ALLE "FONTI" IL CAMPIONATO ITALIANO AIGG

Dario Bartolini si aggiudica il titolo assoluto individuale


CASTEL SAN PIETRO TERME - Era ancora fresco il rientro dalle giornate lombarde (Carimate e Tolcinasco), dove c’erano state le due gare conclusive del Challenge AIGG DIAVOLINA 2016 a decretarne i vincitori. Quel Challenge iniziato a fine marzo nei tracciati romani di Castelgandolfo e del Marco...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/135: OPEN D'ITALIA, IL TRIONFO DI FRANCESCO MOLINARI

Dopo dieci anni il torneo torna a tingersi d'azzurro


MONZA - Francesco Molinari ha vinto con 22 colpi sotto il Par il 73° Open d’Italia, disputato sul percorso del Golf Club Milano (par 71), superando di una lunghezza il Campione Masters, l’inglese Danny Willett, dopo un acceso duello finale. Terzi parimerito, lo spagnolo Nacho Elvira...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/134: TUTTO PRONTO IL 73° OPEN D'ITALIA

Dal 15 al 18 settembre il massimo torneo tricolore al Gc Milano


MILANO - Presentata il 5 settembre nella Villa Reale di Monza, va ora in scena, dal 15 al 18, la 73esima edizione dell’Open d’Italia. Come di consueto, è anticipata dalla tradizionale Pro-Am, che quest’anno ha riservato la partecipazione ad un team di tre amatori che...continua

ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

OPERAZIONE "ZERO IN CONDOTTA" CONTRO LO SMERCIO DI DROGA TRA STUDENTI TREVIGIANI


“Zero in condotta”, questo il nome dell'operazione eseguita dalla squadra mobile della Polizia di Treviso scattata alle prime luci dell'alba di questa mattina e che ha visto una serie di controlli e perquisizioni a casa di decine di studenti trevigiani, al fine di stroncare una fitta rete di smercio collaudata che si era creata nel tempo di sostanze stupefacenti come Ketamina, cocaina, Hashish, ecstasy, anfetamina.
I ragazzi fermati per smercio sono una decina, una trentina invece quelli segnalati come soli assuntori delle sostanze. Si tratta di giovani tra i 16 e i 18 anni, appartenenti a famiglia di diverse classi sociali.
Per due diciottenni è scattato il provvedimento di custodia cautelare presso una comunità delle vicinanze, mentre alcuni degli indagati sono accusati inoltre di aver compiuto atti vandalici alla scuola Serena di Treviso il 3 febbraio scorso.

Ai nostri microfoni, parla dell'operazione zero in condotta il questore di Treviso, dottor Filippi Lapi, e il capo della squadra mobile di Treviso, dottor Riccardo Tumminia.