Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'atleta della Chirio Forno D'Asolo sfrutta il lavoro di squadra

JANELIUNAITE VINCENTE A GRENOBLE

La lituana s’impone in Francia


Primo sigillo stagionale in Europa firmato Chirio-Forno d’Asolo-Rougj-Tre Colli. Sono bastate solo due uscite sulle strade del Vecchio Continente e le gialloverdi di Franco Chirio hanno fatto subito centro. Confermando la tradizione favorevole in Francia, ormai è una costante, la veloce Edita Janeliunaite si è aggiudicata a Grenoble il Grand Prix cycliste de Technisud assegnato con l’insolita ma spettacolare formula della corsa a punti. L’approdo al successo però non è stato semplicissimo. Presto spiegato. Sul più bello, mentre la promettente 21enne lituana guidava la classifica con discreto margine dopo avere vinto il terzo sprint degli otto in programma (la gara prevedeva 40 tornate di un anello cittadino con volata valida per l’assegnazione dei punti ogni cinque giri), Janeliunaite rimaneva coinvolta in una caduta e quindi attardata. Senza perdersi d’animo e perfettamente aiutata dalle compagne di squadra Tetyana Mykhaylova (anche l’ucraina ha messo piede a terra) e Viktoriya Vologdina, dopo un lungo e faticoso inseguimento la lituana riusciva nell’impresa di rientrare in gruppo solo nel corso dell’ultimo giro, giusto in tempo per disputare e centrare l’ultimo decisivo sprint che le assegnava il successo. Sul gradino più basso del podio, il piazzamento della connazionale Edita Unguryte – fondamentale nel suo lavoro di disturbo e controllo sulle avversarie - ha completato la trionfale giornata.

“Vincere è sempre bello - commenta Franco Chirio, ieri a Grenoble con le sue ragazze- ma così dà ancora più soddisfazione. A metà gara con la caduta della Janeliunaite e di Mykhalylova avevamo perso le velociste in un solo colpo. Sembrava tutto perso. Invece prontamente, modificando al volo l’assetto tattico della squadra, con la Unguryte spostata a fare le volate, siamo riusciti a togliere alle avversarie la possibilità di incamerare punti e permettere alla Janeliunaite di centrare il successo all’ultimo sprint”.

Per il team di Montechiaro d’Asti si tratta della terza affermazione stagionale dopo le vittorie ottenute della brasiliana Rosane Kirch alla 4^ Volta Ciclística do Futuro (classifica finale e cronoprologo)

Nella giornata odierna a Medellin (Colombia) la stessa Kirch e le connazionali Uenia e Marcia Fernades, terminano gli impegni ai Giochi Sudamericani con la prova su strada.


Galleria fotograficaGalleria fotografica