Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 23enne già arrestato ed espulso

PASSAPORTO FALSO, ARRESTATO

Albanese con documento bulgaro "tarocco"


TREVISO - (nc) Un passaporto falsificato in maniera quasi perfetta, un documento bulgaro con cui un 23enne pregiudicato albanese era riuscito ad introdursi in Italia: a scoprire la vera identità del giovane sono stati gli agenti della squadra mobile di Treviso. Durante un controllo il 23enne aveva presentato il documento “taroccato” che ha portato all'arresto dell'albanese Uka Astrit che era già stato arrestato per reati relativi allo spaccio nel 2008 ed era finito in carcere a Palermo e quindi, dopo un breve periodo di detenzione, espulso. Il ragazzo ritornato in patria aveva già tentato di rientrare in Italia nel settembre scorso ma venne sorpreso in possesso di un passaporto romeno contraffatto. Respinto, ci ha riprovato con un documento bulgaro e questa volta era riuscito ad ingannare i controlli. Ora l'albanese si trova in carcere dove sconterà il resto della pena che gli era stata sospesa per essere espatriato.