Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cinque mesi ai tre ultras del Treviso Calcio

"LAPI...DIAMOLO": CONDANNATI

Erano accusati di minacce e imbattamento di immobili


TREVISO – (gp) Condannati per le scritte contro l'ex questore di Treviso Filippo Lapi. I tre Ultras del Treviso Calcio Leonardo Mariot, 33 anni, Nicola Usoni, 33 anni, entrambi residenti a Treviso e Samir Chemlal, 24 anni di Ponzano, sono stati riconosciuti come gli autori delle frasi di minaccia contro l'ex questore, come ad esempio “Lapi...diamolo”, sui muri dello stadio Tenni e di alcuni edifici di Piazza San Vito. Il giudice del Tribunale di Treviso ha inflitto loro una pena di 5 mesi di reclusione ciascuno per i reati di minacce e imbrattamento di immobili. I tre erano stati immortalati dalle telecamere di sorveglianza proprio al Tenni e in piazza San Vito, immagini che li avevano ritratti in azione e avevano permesso alla Digos di identificarli. Ma quel 22 marzo 2007 altre scritte erano apparse in città, sulle pareti del liceo classico “Canova” e delle scuole elementari “Prati” di via San Pelajo. In fase d'indagine ai tre ultras erano state attribuite anche quelle frasi in base alla vernice usata e alla grafia, ma la perizia grafologica alla quale sono stati sottoposti ha però accertato che quelle scritte sono state fatte da una mano diversa.