Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Smascherato da "Le Iene" in piazza del Grano

UN BORDELLO A TREVISO

Decine i clienti ogni giorno, tra i 20 e i 70 anni


TREVISO – (gp) Nel 1958 le case di tolleranza in Italia sono state bandite, e una successiva legge punisce lo sfruttamento della prostituzione con pene che vanno dai 3 ai 6 anni di carcere. Ma i cosiddetti “bordelli” esistono ancora, e come se esistono. La trasmissione televisiva di Italia Uno “Le Iene” ne ha smascherato uno proprio a Treviso, nella centralissima Piazza del Grano. L'inviato Luigi Pelazza ha chiesto nei negozi e ai passanti se sapessero dove si trovava l'appartamento a luci rosse, e tra i tanti “non so” c'è stato chi ha sorriso, ammiccato, e confessato che la casa con le “signorine” era poco distante. Infatti la “iena” ha trovato il posto, intervistando poi una delle ragazze che lavorano nel bordello, e le sue parole di denuncia sono state più che eloquenti. All'interno dell'appartamento c'è una signora, la cosiddetta maitresse, che riceve i clienti, contratta il prezzo e poi li spedisce nelle camere dove sono attesi da ragazze bellissime, nude o in topless, che devono sottostare alle loro esigenze, come ordina loro la maitresse che poi si trattiene metà di quanto guadagnano. Prestazioni variabili tra i 100 e i 200 euro, e ogni ragazza arriva a ricevere anche dieci clienti in un giorno, considerando che lavorano dalle 13 alle 19. Un particolare inquietante riguarda poi i rapporti orali: le ragazze infatti venivano costrette a non usare il preservativo, con l'altissima possibilità di contrarre malattie. Tra i 20 e i 70 anni l'età dei clienti, tra studenti, operai, imprenditori e manager, qualcuno sposato, altri fidanzati, e molti che chiedono di avere rapporti sessuali non protetti, alla faccia della salvaguardia della propria salute e di quella delle ragazze.

 

Guarda il video