Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nel mirino della Procura tutto l'ex cda dell'azienda

CRAC ECON, NUOVI INDAGATI

Oltre al falso in bilancio, c'è l'ipotesi della bancarotta


TREVISO – (gp) La Procura di Treviso ha iscritto nel registro degli indagati altre tre persone per il crac della Econ, l'azienda di raccolta rifiuti con sede a San Fior fallita per un buco da un milione e 400 mila euro. Il sostituto procuratore Antonio De Lorenzi, titolare del fasciolo, ha chiesto una proroga alle indagini per chiudere il cerchio attorno ai vertici dell'ex municipalizzata di Conegliano. L'ipotesi di reato infatti pare destinata alla modifica: da falso in bilancio a bancarotta. Oltre all'ex amministratore delegato della società, Carlo Manfrenuzzi, nel mirino degli inquirenti sono finiti anche l'ex presidente Ennio Cozzolotto e Giuseppe Corona. Secondo la Procura trevigiana, il buco milionario della Econ era stato tenuto nascosto gonfiando il giro d'affari e falsificando i bilanci dell'azienda al fine di presentare ai possibili acquirenti della Econ un'azienda in salute, ma in realtà sull'orlo del baratro. Operazione andata in porto visto che nel 2008 il 40% della società era stato venduto a Savno per 532 mila euro, e il restante 60% al Comune di Conegliano a 750 mila.