Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato Alex Libralato, 29enne di Riese Pio X

ESCORT STUPRATA E RAPINATA

3 anni e 8 mesi con rito abbreviato per l'operaio


TREVISO – (gp) Incastrato dal dna prelevato dal preservativo che aveva usato per violentare una prostituta prima di rapinarla, nel processo per direttissima Alex Libralato, 29enne operaio di Riese Pio X, è stato condannato con rito abbreviato a 3 anni e 8 mesi di carcere per violenza sessuale e rapina. L'uomo, che aveva contattato una lucciola che esercitava in un appartamento di Cornuda, il 22 marzo scorso dopo aver contrattato il prezzo della prestazione le aveva detto che sarebbe sceso un attimo a prelevare il denaro. Ritornato nell'appartamento però la giovane studentessa squillo, che si prostituiva per pagarsi gli studi, si era trovata davanti l'uomo, armato con una scacciacani, che l'aveva costretta a subire un rapporto sessuale e che, terminata la violenza e puntandole contro l'arma, l'aveva rapinata del computer portatile, di due cellulari e di 150 euro. Fu la stessa lucciola a denunciare tutto ai carabinieri di Montebelluna, che risolsero presto il caso. Interrogato dal sostituto procuratore Valeria Sanzari, titolare del fascicolo, Alex Libralato aveva detto di averlo fatto “per pagare il mutuo”.