Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Protagoniste due romene di 24 e 26 anni

"MI VERGOGNO DI MIA SORELLA"

Una deruba "Sorelle Ramonda", l'altra fugge


TREVISO - (nc) “Mi sono vergognata di vedere mia sorella rubare”: con queste parole una 24enne romena si è giustificata agli agenti mentre stava cercando di defilarsi dal negozio “Sorelle Ramonda” di viale della Repubblica dove la consanguinea aveva appena commesso un furto ed era stata pizzicata dall'addetto alla sicurezza. I fatti risalgono al pomeriggio di martedì: la giovane aveva accompagnato al negozio la sorella maggiore, una 26enne che aveva infilato in una borsa capi di vestiario per oltre 174 euro. I suoi movimenti non sono sfuggiti all'antitaccheggio che l'ha smascherata e bloccata: la donna è stata denunciata per furto dalla Polizia giunta sul posto con due volanti. Intanto la sorella, o presunta tale dato che le due hanno cognomi diversi, si era data alla fuga con l'auto, una Citroen: ad identificare il mezzo sono state le telecamere a circuito chiuso del negozio di viale della Repubblica. Fermata dagli agenti poco distante dal luogo del furto, la ragazza negherà ogni addebito e anzi dirà di essersi vergognata di ciò che la “sorella” stava facendo.