Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il ritrovamento effettuato stamani

SCHELETRO IN QUESTURA

Ritrovato nel piazzale della sede di via Carlo Alberto


TREVISO - (nc) Macabro ritrovamento presso la sede della Questura di Treviso in via Carlo Alberto. Durante gli scavi effettuati nel piazzale principale che ospita il parcheggio dei mezzi della Polizia è stato rinvenuto uno scheletro umano a meno di un metro dalla superficie asfaltata. Il ritrovamento è avvenuto nella mattinata di oggi ed è già partita la segnalazione alla Sovrintendenza ai beni culturali. La sede della Questura, visto il trasferimento degli uffici di Polizia nella nuova sede all'Appiani, è destinato a divenire un polo residenziale con appartamenti. I carotaggi effettuati in questi giorni hanno appunto lo scopo di verificare la presenza di eventuali reperti di interesse storico. La struttura di via Carlo Alberto, attuale sede della Questura di Treviso sorse alla fine del 1700 ed ospitò un presidio religioso, l'ospizio dipendente dalla Certosa del Montello. L'arrivo di Napoleone portò alla sopressione nel 1810 degli ordini religiosi e l'edificio divenne carcere militare. Sotto l'Impero asburgico l'abitazione passò in mano a famiglie private: l'ultima fu quella dei Barea Toscan che ha abitato l'ex ospizio fino al primo dopoguerra. Infine nel 1920, quando l'abitazione passò nelle mani della Provincia, vi fu l'insediamento da parte della Questura che vi ha tutt'ora sede.

Galleria fotograficaGalleria fotografica