Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rigettato il ricorso del maestro "bullo"

SOSPENSIONE CONFERMATA

Fondati i reclami delle elementari "Giovanni XXIII"


TREVISO – (gp) Rigettato il ricorso al Tribunale del Lavoro e quindi confermata la sospensione cautelare dall'insegnamento per il maestro “bullo”. Il giudice Marco Rinaldi, riguardo al procedimento in atto a carico di A.M., l'insegnante della terza elementare della scuola “Giovanni XXIII” sospeso dalla Direzione Scolastica Regionale, ha definito “legittimo” il provvedimento. Dal quadro istruttorio è emersa “l'incapacità del docente di gestire l'aula con autorevolezza, pazienza ed equilibrio, doti necessariamente richieste per l'esercizio della professione di insegnante della scuola primaria. Il 35enne di origini siciliane, assunto come supplente per la classe terza insegnando italiano, storia e geografia, a fine marzo aveva visto archiviare il suo caso dalla Procura di Treviso perchè gli atti descritti nella relazione degli ispettori della Direzione Scolastica Regionale, e gli esposti presentati dai genitori degli alunni non costituivano nessun reato. Fu a quel punto che il maestro, difeso dagli avvocati Michele Bianchini e Diego Casonato, decise di presentare ricorso per chiedere la revoca della sospensione cautelare, ricorso rigettato dal tribunale del Lavoro.