Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Incontro in Provincia per risolvere la situazione

SPIRAGLIO PER LAVORO&LAVORO

I dipendenti riceveranno un anticipo della CIGS


TREVISO - (st) Un incontro per cercare di risolvere una situazione che ha del paradossale, quella dei 70 dipendenti della cooperativa Lavoro&Lavoro di Ponzano Veneto che da ottobre 2009 non solo non percepiscono lo stipendio ma che si vedono anche impossibilitati ad accedere agli ammortizzatori sociali. Infatti a febbraio di quest'anno è stato sottoscritto un accordo in Provincia di Treviso che concedeva ai lavoratori il ricorso alla cassa integrazione straordinaria, dopo che la cooperativa avesse inoltrato al ministero la documentazione necessaria, in modo tale che i dipendenti si potessero recare agli sportelli della Banca del Veneto per ritirare il compenso previsto per legge. A quanto pare l'azienda non ha mai inoltrato tali documenti e i lavoratori non hanno mai potuto ricevere denaro promesso e di loro diritto. Insomma oltre al danno la beffa. Per risolvere una situazione così assurda in Provincia si è tenuto un incontro è stata tentata una nuova strada che ha coinvolto direttamente il Ministero del Lavoro in merito all'ammissibilità della richiesta di cassa integrazione e la Cassa di Risparmio del Veneto ha dato la propria disponibilità ad anticipare la Cigs ai lavoratori, in base al protocollo d’intesa firmato proprio con la Provincia. Dei titolari della Cooperativa nessuna traccia.