Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Pusher implicato nella morte di Damiano Pontin

FORN╠ DOSE LETALE

Arrestato Moreno Cappelletto ed il fratello


TREVISO - (nc) Lo scorso 22 marzo fornì una dose di eroina che fu letale a Damiano Pontin, il 31enne di Sala di Istrana che fu ritrovato il mattino dopo esanime dai familiari: in quell'occasione i Carabinieri di Castelfranco arrestarono Moreno Cappelletto, pusher 44enne di Venturali di Villorba. Nonostante il tragico evento l'uomo non esitò a riprendere la sua attività con l'aiuto del fratello. Dopo la scarcerazione Moreno Cappelletto era stato sottoposto dalla Procura all'obbligo di firma ma ciò non gli impediva di continuare la sua attività di smercio di sostanze stupefacenti recandosi a Padova per rifornirsi. Così, passato dai Carabinieri per firmare come tutte le sere, aveva pensato di recarsi in via Anelli con il fratello Stefano di 42 anni: da tempo i militari ne seguivano i movimenti. Le manette sono scattate per entrambi i fratelli di ritorno dal capoluogo patavino: all'interno dell'auto un involucro con 40 grammi di eroina. Moreno e Stefano Cappelletto sono ora agli arresti presso il carcere di Santa Bona. L'indagine, denominata “Ritorno” dai Carabinieri di Treviso, ha portato all'identificazione di oltre 20 assuntori che venivano riforniti dai due fratelli.