Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Danni per 10mila euro, bottino esiguo

RAZZIA ALLA "SPEROTTO"

Stesse modalità del furto alla "Tecnoelectra"


TREVISO - (nc) Studiano il posizionamento delle telecamere, dei sensori di allarme, conoscono dove e come tagliare i cavi di allacciamenti internet e telefono per poter accedere comodamente alle aziende e mettere a segno furti, aggirando qualsiasi sistema di sicurezza. Insomma, un lavoro da professionisti quello di una banda di malviventi che nella notte ha assaltato il negozio di ricambi auto “Sperotto srl” di via Noalese. Il bottino, l'incasso rimasto nelle casse del negozio, è di circa 400 euro, i danni invece sono ingentissimi ed ammontano ad oltre 10 mila euro. I ladri, prima di scassinare una finestra a lato dell'esercizio commerciale e fare irruzione, hanno disattivato i sensori, tranciato i cavi in fibra ottica e del telefono da un tombino poco distante. Il “modus operandi” di questo colpo è il medesimo utilizzato dai ladri che misero a segno il colpo alla “Tecnoelectra” di via Venzoni una settimana fa. Anche in quel caso l'ammontare del furto fu modesto, rispetto allo sforzo dei ladri: gli inquirenti non escludono quindi che la banda sia la stessa.