Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tornano allo splendore dopo 20 anni

GLI AFFRESCHI DI CORRER PISANI

Svelato il nuovo salone centrale della Villa


MONTEBELLUNA - Svelati sabato mattina, durante il convegno organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Montebelluna in collaborazione con le Università Cà Foscari e IUAV di Venezia, gli splendidi affreschi del salone centrale di Villa Correr Pisani. Una vera meraviglia per tutti i presenti che hanno riempito la sala una volta tutta ricoperta di fuliggine e sorretta dalle impalcature. Tutti con lo sguardo all’insù per vedere le allegorie e le raffigurazioni di Faustino Moretti, artista seicento originario della Val Camonica, ancora non molto conosciuto nonostante l’eccezionale bravura tecnica e stilistica, come confermato dai professori universitari e dai restauratori presenti, probabilmente perché morto molto giovane e perché questa resta una delle sue poche opere complete ancora integre, nonostante sia rimasta per quasi 20 anni completamente ricoperta dalla fuliggine depositatasi a causa di un incendio scoppiato nel 1991 nel corpo centrale della Villa.

 

Così gli affreschi di Moretti tornano finalmente visibili. Parte quindi da Montebelluna lo studio di questo illustre interprete della scuola dell’illusionismo architettonico, detta anche dei quadraturisti. “Possiamo finalmente vedere come era la villa, e soprattutto il soffitto, prima dell’incendio. E questo grazie all’impegno di questa Amministrazione che ha creduto molto nel recupero e nella valorizzazione di questa villa. Si era partiti a marzo dello scorso anno con il restauro del soffitto, che era terminato a dicembre dello scorso anno con un risultato già rilevante, in quanto ha svelato le splendide decorazioni architettoniche con una prospettiva ed una pennellata davvero notevole. Ma l’intuizione e la curiosità dei restauratori, d’accordo con la Soprintendenza, ha permesso di andare oltre. Al centro del soffitto infatti era presente un cielo uniforme pennellato d’azzurro. In seguito ad una prova, abbiamo così potuto scoprire, proprio a Natale dello scorso anno, che il soffitto nascondeva qualcosa. È così apparsa una testa di bue che ci ha spinto ad andare avanti, finanziando una nuova tranche di restauro, che ci ha permesso di vedere questa meraviglia”.


Galleria fotograficaGalleria fotografica