Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato un agente di commercio di 59 anni

ABUSÒ DELLA FIGLIA: 10 ANNI

La vittima avrebbe subito violenze dagli 8 ai 15 anni


CONEGLIANO – (gp) Era finito alla sbarra con la pesante accusa di aver abusato della figlia minorenne. L'uomo, un 59enne agente di commercio residente nel coneglianese che ha sempre respinto le accuse, assistito dall'avvocato Alessandra Nava, è stato invece giudicato colpevole dal collegio del tribunale di Treviso che lo ha condannato a dieci anni di carcere. Come risarcimento danni è stata anche decisa una provvisionale di 5 mila euro e un importo da quantificare in sede civile. Alla lettura della sentenza lacrime sul volto della giovane vittima, della madre ed ex compagna dell'imputato e del legale di parte civile, l'avvocato Aloma Piazza, che aveva richiesto la stessa condanna presentata dal pubblico ministero Giovanni Francesco Cicero: 9 anni di reclusione. I tre giudici del collegio, dopo due ore di camera di consiglio, hanno stabilito che la denuncia della giovane vittima era fondata, optando per una condanna più pesante rispetto alle richieste. La ragazza infatti aveva detto di essere stata violentata dal padre, e anche dai suoi amici, da quando aveva 8 anni. Violenze che si sarebbero protratte fino a quando la giovane di anni ne aveva compiuti 15. Ma il racconto della ragazza è ancora più agghiacciante: dopo la separazione dalla moglie, il padre la portava con sé in alcuni locali di Treviso e Pordenone e la faceva toccare nelle parti intime dagli amici e in cambio si faceva pagare da bere.