Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Sgombero all'ex croce rossa, Sergio Zulian attacca

"E' UN GIOCO AL MASSACRO"

L'esponente dell'Adl/Invisibili difende gli immigrati


TREVISO – (gp) Delusione e rabbia nei volti delgi immigrati che sono stati sgomberati senza aere nemmeno l tempo di raccogliere le loro cose e sbattuti in strada. “E' un gioco al massacro” ha dichiarato Sergio Zulian, attivista dell'Adl/Invisibili di Treviso e vicino all'Ubik, che ha indetto un'assemblea pubblica per domani alle 15 proprio di fronte alla sede dell'ex Croce Rossa di via Fratelli Bandiera. Con uno striscione che riportava la scritta “La casa è un diritto di tutti”, i ragazzi dei centri sociali hanno pacificamente manifestato a fianco degli immigrati contro l'azione delle forze dell'ordine, sottolineando che da questa mattina 24 cittadini regolari in Italia e con un lavoro, e quindi tutt'altro che delinquenti, sono per strada. Non sono mancati attacchi alle amministrazioni provinciale e comunale che, come ribadisce Zulian, avrebbero la possibilità di risolvere il problema casa per gli extracomunitari ma che fino adesso “non c'è mai stato nessun segnale che vada in quella direzione”. Queste le parole ai nostri microfoni riguardo lo sgombero della sede dell'ex Croce Rossa dell'esponetne dell'Adl/Invisibili Sergio Zulian.
Lo sgombero dello stabile di via Fratelli Bandiera è stato condannato pesantemente dagli immigrati che occupavano la sede dell'ex Croce Rossa. Ai nostri microfoni abbiamo raccolto due testimonianze che illustrano l'amarezza e lo sconforto derivanti dall'azione delle forze dell'ordine. La prima è quella di Khaleb, un cittadino algerino di 30 anni che lavora regolarmente in Italia dal 1999 ed è a Treviso da più di 9 anni. L'altra testimonianza è quella di Samir, anche lui algerino, e di anni ne ha 32. In Italia da 12 anni ha ottenuto il permesso di soggiorno per motivi di lavoro nel 2001. Le sue parole, oltre che contro lo sgombero, attaccano anche la Croce Rossa per lo sgombero di questa mattina.

Galleria fotograficaGalleria fotografica

 

Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
11/06/2010 - Sgombero all'ex Croce Rossa