Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindacato di Treviso definisce le prossime mosse

CISL SULLA FINANZIARIA

Al centro lavoro, scuola e sprechi del settore pubblico


TREVISO -Incontro della Cisl di Treviso a cui hanno partecipato dirigenti, operatori, delegati e lavoratori. Si è parlato della manovra finanziaria varata del Governo e sull'impatto che avrà sulla Marca. Riconosciuta preliminarmente la necessità ed urgenza di questo provvedimento ne è stato riconosciuto il merito della detassazione dei premi contrattuali a livello decentrato e anche il progetto di far rimanere nei comuni il 33% del ricavato dell’evasione fiscale, definiti dal segretario generale CISL, Franco Lorenzon, come dei buoni punti di partenza. Allo stesso tempo criticato il mancato intervento per riorganizzare e potenziare il sistema industriale in particolare investendo in istruzione, scuola e ricerca. Sulla scuola, in particolare,si chiede la stabilizzazione dei 24 mila precari. Lanciato un monito a Zaia in relazione alla crisi per la quale sarabbe indispensabile convocare un tavolo per lo sviluppo con chi ha potere decisionale. Meno provincie, abolizione degli enti inutili, riduzione del numero di parlamentari e degli organismi politici ai vari livelli, lotta concreta ed efficace all’evasione fiscale, tagli agli sprechi di collaborazioni e consulenze nel settore pubblico, queste gli obiettivi principali. Paolo Mezzio, segretario nazionale Cisl “Nella manovra presentata dal Governo ci sono cose che non condividiamo ma non servono a nulla gli atteggiamenti oltranzisti. E’ necessaria invece maggiore collaborazione da parte di tutti.”