Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arrestati dalla squadra mobile di Venezia

BANDA DELL'ACETILENE

Fatta esplodere cassa continua a Valdobbiadene


VALDOBBIADENE - (nc) Secondo la squadra mobile di Venezia sarebbero stati autori di decine di colpi sempre con la stessa tecnica: facevano saltare con l'acetilene bancomat e casse continue di tutto il Nord-est. Fatale è stata l'ultima sortita avvenuta questa notte presso il supermercato “Billa” di via Erizzo a Valdobbiadene: poco dopo la mezzanotte un commando è entrato in azione. Rotto il vetro e preparato l'innesco, i malviventi hanno fatto saltare in aria la cassa continua esterna. Il boato, fragoroso, ha risvegliato alcuni dei residenti e soprattutto ha danneggiato le strutture del market con danni ingenti. Qualcosa per i ladri è però andato storto: la cassa ha retto all'esplosione e la Polizia che da tempo seguiva i movimenti della banda ha arrestato i suoi componenti. Si tratta del 60enne di Cornuda Alberto De Domenico, palo della banda, i fratelli Patrizio e Roberto De Solei rispettivamente di 49 e 42 anni entrambi di Legnaro. Il primo fungeva da autista, l'altro si occupava dell'esplosione con il 32enne di Ponte Longo, Andrea Pellegrin. In manette è finito anche colui che è considerato il capo della banda, il 42enne Spartaco Mazzuccato, anch'egli padovano. La squadra mobile di Venezia dovrà ora accertare gli svariati colpi che si sospetta, la banda avrebbe commesso. Sembra che i componenti si servissero anche di uno scanner per intercettare le comunicazioni delle forze dell'ordine.