Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Susegana, Carabinieri fanno scattare la trappola

COSTRETTO A PAGARE IL PIZZO

16enne macedone estorce denaro a coetaneo


SUSEGANA - (nc) Taglieggiava un coetaneo e da mesi lo perseguitava sia a scuola che fuori: la merenda, le sigarette e poi il denaro, sempre di più, sempre più insistentemente. Protagonisti di questa vicenda due sedicenni studenti di Susegana: la vittima è un giovane italiano, il suo aguzzino un macedone. I due frequentano lo stesso istituto ma in due classi diverse. Minacce di morte, botte, intimidazioni: un'escalation che non si era fermata neppure con la chiusura dell'anno scolastico. Nel frattempo il giovane italiano per pagare una sorta di pizzo al macedone era stato costretto a cedergli i suoi pochi risparmi, giungendo probabilmente anche a sottrarli ai genitori. Sono stati proprio il padre e la madre del giovane ad accorgersi dello strano comportamento del figlio ed insospettiti dagli ammanchi di denaro hanno dovuto metterlo alle strette. In lacrime il ragazzo ha quindi confessato tutto quello che da mesi era costretto a subire con i genitori che hanno denunciato quanto stava accadendo ai Carabinieri. La trappola per il 16enne macedone è scattata nella serata di martedì: il giovane aveva dato appuntamento alla sua vittima per strada, verso sera. Per non essere picchiato e per non subire le sua angherie il giovane italiano avrebbe dovuto pagare la somma di 110 euro: è solo l'ultima di varie estorsioni di denaro commesse dal balcanico ai danni del coetaneo. Alla consegna del denaro si sono però presentati anche i Carabinieri che fermano il macedone in flagranza e lo arrestano: ora si trova presso un centro accoglienza in provincia di Treviso. Di lui ora si occuperà il Tribunale dei minori di Venezia.