Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

In vista il cambio generazionale nel gruppo cartario

I PROGRESSI DELLA PRO-GEST

Archiviato il 2009, arginata la crisi e un 2010 in crescita


TREVISO – (gp) Archiviato un 2009 che registrato una contrazione di fatturato ma che ha visto crescere la produzione mese dopo mese, il gruppo cartario Pro-gest di Bruno Zago si appresta a vivere un 2010 che già nei primi mesi ha potuto contare su un rilancio che ha già assorbito gli effetti della crisi. Il gruppo infatti è in crescita, anche se nel 2009 il valore della produzione si è attestato sui 188,8 milioni di euro (34 in meno dell'anno precedente), e all'orizzonte vede la possibile acquisizione di tre nuove aziende che qualora si dovessero unire al gruppo porterebbero potenzialmente il fatturato a toccare i 300 milioni di euro. Si tratta della Cartonstrong di Monza, 120 dipendenti con un potenziale di 90 milioni l'anno, la “Ondulati Galimberti” di Carnate in provincia di Milano, 50 addetti e 35 milioni di potenziale, e la “Worldcart” di Cremona, 20 milioni di fatturato con 45 dipendenti. Acquisizioni che darebbero ancora più margine al gruppo, che già oggi ricicla un quarto di tutta la carta raccolta in Italia, controllando il 20% del mercato nazionale che la vede come gruppo leader. MA un'altra novità è in cantiere: il passaggio generazionale. Gradualmente infatti i quattro figli di Bruno Zago entreranno a far parte del cda del gruppo con almeno il 40% complessivo delle quote aziendali. Ai nostri microfoni illustra i cambiamenti in atto il numero uno della Pro-gest Bruno Zago.