Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Pd in rivolta contro le nomine

DIRIGENTI "RICICLATI"

Scandalo Bolzan: Pò, De Nes, Del Ninno trasferiti


TREVISO - (nc) Luca Del Ninno, responsabile del Dipartimento Interaziendale Economico patrimoniale della Ulss 16 di Padova, Mario Po' direttore amministrativo della Ussl 8 di Asolo e Roberto de Nes, direttore amministrativo della Ulss 1 di Belluno. Tre nomine di altrettanti ex dirigenti della Ulss 9 di Treviso, tutti licenziati dal dirigente Claudio Dario perchè coinvolti nell'affaire Bolzan ed ora “riciclati” in altri incarichi durante la sospensione disciplinare dovuta allo scandalo che aveva investito lo scorso anno la sanità trevigiana. A denunciare il fatto il Partito Democratico con il portavoce Enrico Quarello. "Incredibile - ha detto il coordinatore provinciale- che tre dirigenti sottoposti ad un provvedimento disciplinare per una questione grave come quella della sottrazione di denaro alla Ulss 9 siano stati, proprio malgrado questo, "riciclati" in altre strutture della sanità pubblica veneta. Il principio di cautela avrebbe dovuto indurre a decisioni un po' più oculate e, trattandosi di nomine politiche, a scelte più opportune”. Il Pd ha quindi annunciato che verranno richiesti opportuni accertamenti e le verifiche su queste tre nomine che sono state interpretate come “assoluzioni anticipate e politiche”. “Se con il "licenziamento" dei tre Dario voleva dare un segnale di serietà e rigore -conclude Enrico Quarello- i cittadini trevigiani devono sapere che esiste invece un livello più alto, politicamente forte, che è stato capace di aprire un bel paracadute a chi, di fatto, è stato giudicato responsabile di comportamenti che hanno provocato una grave lesione agli interessi diffusi della collettività".