Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arrestato il 20enne Valentino Capretta

INVESTE E UCCIDE BIMBA

Serena Dal Fabbro, 5 anni: era con padre e sorella


VALDOBBIADENE - (nc) Resta in carcere Valentino Capretta, il 21enne di Valdobbiadene che nella serata di venerdì ha travolto ed ucciso la piccola Serena Dal Fabbro fuggendo dopo il tragico schianto. Il giovane, operaio presso “Mionetto” stava percorrendo al volante della sua Polo e ad alta velocità via San Pietro ed ha travolto di fronte alle scuole elementari sulle strisce pedonali la piccola, spirata poco dopo all'ospedale di Montebelluna. Dai primi riscontri emerge intanto che il ragazzo non era alterato dall'alcool al momento della tragedia e sarebbe fuggito per paura: solo quando si è accorto di aver perduto nello schianto la targa anteriore, 15 minuti dopo, è tornato sul posto. Ad accoglierlo ha trovato famigliari ed altri comuni cittadini: la rabbia nei suoi confronti stava per portare ad un linciaggio, scongiurato dai Carabinieri che hanno portato in caserma il ragazzo. Da qui l'arresto per omissione di soccorso ed omicidio colposo, quindi il trasferimento al carcere di Santa Bona. Pochi anni fa il giovane fu protagonista di un episodio analogo con un'anziana che venne investita e ferita. La notizia venerdì sera si è diffusa rapidamente: era in corso il consiglio comunale a Valdobbiadene. Lunedì Valentino Capretta sarà processato per direttissima; la piccola Serena donerà le cornee. Non ancora decisa la data delle esequie.