Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

La Questura: prevenire episodi di sangue

ARMI AL SETACCIO

Verifica dei requisiti per i detentori della Marca


TREVISO - (nc) Prevenire nuove tragedie come quella che ha colpito domenica scorsa il veneziano: ad Asseggiano, un omicidio-suicidio con l'uso di un'arma da fuoco da parte di uno studente 30enne che aveva un regolare porto d'armi. E' partendo da questa riflessione che la Questura di Treviso ha disposto un controllo a tappeto nei confronti di tutti i detentori di armi da fuoco della Provincia. In particolare il monitoraggio è teso a verificare i requisiti medico-psicologici del possessore, certificarne la sanità mentale ed impedire così di lasciare armata la mano di potenziali omicidi. Il controllo partirà dai detentori di armi più vecchia data e non muniti di alcuna licenza: per questi ultimi infatti sono già previsti, a precise scadenze, puntuali monitoraggi. L'obiettivo dunque si sposterà soprattutto su chi ha acquisito una pistola per legittima difesa ad esempio per poi monitorare anche cacciatori, frequentanti dei poligoni e chi pratica il tiro al volo. L'attività partirà a giorni e vedrà la collaborazione delle stazioni locali dei Carabinieri. Alcune decine di migliaia di trevigiani, a breve, saranno contattati per la notifica della revisione in atto: a coordinare il “censimento” sarà la Polizia amministrativa della Questura.