Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/253: A PERTH UN TORNEO DALLA FORMUALA SPETTACOLO

Nel divertente Handa World Super 6 si impone Ryan Fox


PERTH - È rimasto in Australia l’European Tour, seconda tappa consecutiva in quel Continente, nella stagione 2019; si disputa il divertente “ISPS Handa World Super 6 Perth”, terza edizione di uno dei tornei innovativi, valido anche per l’Asian Tour, con formula...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/252: ISPS HANDA VIC OPER, IL PRINCIPALE TORNEO D'AUSTRALIA

Lo scozzese Law e la francese Boutier beffano i favoriti di casa


GEELONG (AUSTRALIA) - È questo il principale avvenimento golfistico in Australia, in cui, a partecipare sullo stesso campo, il “13th Beach Golf Club”, sono 156 uomini e altrettante donne, seppure, queste ultime con distanze di poco ridotte. Sono 6.214 metri per i maschi, e 6mila...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/251: LE STELLE DELL'EUROPEAN TOUR PER LA PRIMA VOLTA IN ARABIA

Dopo le polemiche sui diritti umani, Dustin Johnson vince il Saudi International


GEDDA - Una sfida ad altissimo livello, con quattro dei primi cinque giocatori della classifica mondiale: l’inglese Justin Rose, numero uno vincitore la scorsa settimana del Farmers Open, gli statunitensi Brooks Koepka numero due, Dustin Johnson, numero tre, e Bryson DeChambeau numero cinque,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Seconda udienza del processo a Simone Moreira

GIULIANA, FOTO SHOCK

In aula le immagini del corpicino senza vita della bimba


TREVISO – (gp) “La morte di Giuliana è una ferita che si riapre continuamente. Vedere quelle immagini mi ha fatto male e non ce l'ho fatta a restare in aula”. Poche parole, pronunciate in lacrime e con il nodo in gola, da Simone Moreira a termine della seconda udienza del processo che la vede imputata di omicidio volontario per la morte della figlia Giuliana Favaro, annegata nelle acque del Monticano a Oderzo il 2 settembre scorso. Davanti alla Corte d'Assise del tribunale di Treviso sono state infatti proiettate le foto del corpo senza vita della piccola, steso sul lettino del pronto soccorso dell'ospedale di Oderzo. Un'immagine che ha lasciato impietrito il padre di Giuliana, Michele Favaro, che non ha nascosto il dolore guardando fisso le foto. In aula anche i consulenti tecnici della Procura, chiamati a testimoniare sulle cause della morte e le modalità della tragedia. Per l'accusa si tratta di omicidio, la colpevole è Simone Moreira e Giuliana è morta per asfissia da annegamento. Per la difesa è stata invece una tragica fatalità, Simone è innocente e il decesso è sopraggiunto per arresto cardiaco provocato dall'ipotermia causata dalla caduta nelle acque fredde del Monticano. Una tesi che sposterebbe l'orario della morte in avanti, non tra le 21.45 e le 22.45 come afferma il medico legale, e che quindi scagionerebbe Simone. “Siamo soddisfatti – ha dichiarato l'avvocato Antonio Forza – si stanno chiarendo gli aspetti tecnici della vicenda che non appaiono più a senso unico”. Dello stesso l'altro legale di Simone Moreira, l'avvocato Alvise Tommaseo Ponzetta, secondo cui “il processo non è assolutamente scontato. Gli indizi pendono da entrambe le parti e può succedere tutto e il contrario di tutto”. Simone tornerà in aula il prossimo 5 ottobre, prima data del calendario stilato dalla corte che ha già fissato altre tre udienze: il 19 ottobre, il 16 novembre e il 14 dicembre. Dopo questa seconda udienza il compito dei giudici di stabilire se Simone Moreira sia colpevole o innocente sembra ancora più arduo.

Galleria fotograficaGalleria fotografica

 

Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
19/05/2010 - "Non c'è un'altra ipotesi"
18/05/2010 - "Non è morta annegata"
17/05/2010 - Il giorno del giudizio
05/05/2010 - Le interviste in Procura
01/04/2010 - Simone, niente ricorso
30/03/2010 - "Carenze di certezza"
23/03/2010 - "Simone vuole il processo"
22/03/2010 - Simone Moreira libera
16/03/2010 - Anche le amiche contro Simone
15/03/2010 - Nuove perizie inchiodano Simone