Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sequestro preventivo dei beni agli 11 indagati

CASO BOLZAN, 36 MLN ALL'ULSS

Assolti invece i dirigenti dell'azienda sanitaria


TREVISO – (gp) Il giudice civile ha accolto le richieste dell'Ulss 9 di Treviso e ha disposto il sequestro preventivo di 36 milioni di euro di beni per Loredana Bolzan e i suoi complici. L'ex impiegata infedele si è vista porre sotto sequestro altri 5 milioni di euro oltre ai 5 a cui il giudice del lavoro aveva già posto i sigilli. 10 milioni di euro è invece la cifra che dei beni sequestrati al fratello della Bolzan, Luigi, alla cognata Stefania Donadi e all'amico Massimo Zanta, tutti come l'ex diepndete dell'azienda sanitaria accusati di associazione a delinquere. Gli altri 7 indagati per concorso in peculato dovranno invece restituire in tutto poco meno di un milione di euro. Assolti invece i tre dirigenti dell'Ulss 9: per il giudice infatti, i comportamenti illeciti della Bolzan sono stati posti in essere in modo tale da impedire all'ente di poter svolgere il controllo. In totale allora la banda Bolzan dovrà restituire circa 36 milioni di euro: 10 milioni Loredana Bolzan, Luigi Bolzan, Stefania Donadi e Massimo Zanta, 200 mila euro Anna Fantin, 15 mila euro Devis Granziera, 200 mila euro Anna Martinelli, 4 mila euro Walter Pasqualin, 130 mila euro Luigi Severin, 180 mila euro Gabriella Zanta e 122 mila euro Fausto Zorzan.