Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cgil: critica la scelta del Comune di Castello di Godego

ERRORE DI METODO E MERITO

La compartecipazione toccherà anche i più poveri


TREVISO - (st) Un'errore di metodo e di merito per la Cgil di Treviso quello dell'amministrazione comunale di Castello di Godego che ha deciso di far compartecipare gli utenti alla spesa per i servizi socio sanitari erogati dal Comune alla luce dei tagli del Governo agli enti locali. Paolino Barbiero, segretario provinciale della Cgil Treviso definisce questa scelta sbagliata: “una tassa in più fatta pagare ai cittadini maggiormente in difficoltà. Siamo al collasso del welfare e alla privatizzazione dell'assistenza". L'ammistrazione ha affermato che chi sarà chiamato a compartecipare a livello economico sono solo i più ricchi: come criterio è sarà utilizzato l'Isee e come valore è stato fissata la soglia di 5500 euro; la risposta di Ivan Bernini, della segreteria provinciale della Funzione Pubblica Cgil, e di Italo Impronta, membro della segretarie provinciale dello Spi, il sindacato dei pensionati della Cgil è critica: il criterio scelto non è quello giusto poichè l'Isee è cosa diversa dal reddito vero e proprio quindi ad essere colpiti da questa tassa non saranno solo i più abbienti ma anche le famiglie con basso reddito.