Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sono stati approvati i due progetti preliminari

SCUOLE AL FOTOVOLTAICO

Tetti solari nelle scuole di Dosson e Rua di Feletto


Scuola Media a Rua di San Pietro di Feletto CASIER, S.PIETRO DI F. - Altri due comuni della Marca sposano l'energia rinnovabile. I comuni di Casier e San Pietro di Feletto hanno approvato i progetti per l'installazione di impianti fotovoltaici, che sfruttando l'irraggiamento del sole produrranno energia elettrica. Gli impianti saranno realizzati sul tetto della scuola elementare di Dosson di Casier, e della scuola media (e palestra) di San Pietro di Feletto, in località Rua (nella foto), e sugli impianti sportivi di Bagnolo. Queste installazioni permetteranno di produrre 41 kwatt ora a Dosson, mentre a San Pietro si produrranno complessivamente ben 66 kwatt, consentendo un netto risparmio sui costi dell'energia. Questi concreti segni di attenzione verso l'ambiente hanno entrambi ricevuto gli incentivi da parte del GSE, l'ente italiano per l'energia rinnovabile, che ha voluto contribuire alla realizzazione di questi punti di eccellenza energetica della provincia di Treviso.