Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ingaggiata le centrale croata Dragana Marinkovic

LA SPES ALZA IL MURO

Ventottenne, 196 cm, già tre scudetti all'attivo


CONEGLIANO - (gp) La nuova centrale è determinata: "Le mie aspettative? Quella di ogni sportivo: puntare a vincere il più possibile, è questo che mi lega alla pallavolo"

Arriva da Pola il nuovo colpo del mercato della Zoppas Industries Conegliano. Dragana Marinkovic alza il muro veneto con i suoi 196 centimetri d'altezza e un palmares di tutto rispetto. Tra Bergamo, Perugia e Pesaro ha collezionato tre scudetti, Coppa e Supercoppa nazionale e una Cev. "Sono molto emozionata per questa nuova avventura - è il primo commento della centrale croata - E' da tante stagioni che gioco in Italia, ma ogni anno è così diverso e pieno di sorprese ed emozioni. E' normale che sia così per il campionato piu forte al mondo. Le mie aspettative? Quella di ogni sportivo: puntare a vincere il più possibile, è questo che mi lega alla pallavolo". A Conegliano ha giocato da avversaria sia in A2 che nella scorsa stagione con le campionesse di Pesaro e queste "visite" bastano per dire che "la città mi piace molto ed è molto vicina alla mia casa in Croazia. La Zoppas Arena è bellissima, il pubblico sempre numeroso ed educato. Ma l'emozione per me quest'anno sarà diversa e più bella, perché non sarò più un'avversaria". I centimetri aiutano, ma non sono tutto nella pallavolo e Dragana descrive così doti e motivazioni: "Il mio punto di forza è sicuramente il muro, ma non mi sento ancora una giocatrice arrivata e quindi se posso migliorare in qualsiasi elemento sarò ben contenta di farlo". La ventisettenne centrale croata da due anni è entrata nella selezione nazionale della Serbia. Ancora qualche giorno di vacanza e poi, prima di sbarcare a Conegliano, gli impegni con la nazionale. "Lunedì inizieremo la preparazione a Belgrado, poi ci trasferiremo in montagna per un ritiro in vista dei Mondiali", spiega.

Dragana Marinkovic è nata a Pola il 19 ottobre 1982. E' alta 196 e gioca come centrale. Cresciuta sportivamente nella sua città natale, nel 2001 fa il grande salto nella massima serie italiana, con Bergamo per due stagioni. Poi vengono Sassuolo e Perugia e a ventitre anni Marinkovic ha già due scudetti all'attivo. Nel 2005 passa in A2, con Collecchio prima e Piacenza poi. Una stagione con le romene del Metal Galati prelude al ritorno in Italia, a Milano. Per il ritorno in A1 sceglie Pesaro e arrivano Supercoppa Italiana e un altro scudetto. Ora la nuova avventura a Conegliano dove farà coppia al centro con Alessandra Crozzolin.

 


Galleria fotograficaGalleria fotografica