Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arrestato il tunisino Ben Mohammed Khelil Lofti

PUSHER TORNA IN CELLA

Conosciuto come "Loris l'egiziano", spaccia dal 2003


VEDELAGO – (gp) Il 30 luglio scorso era stato arrestato a Vedelago dopo che i carabinieri di Castelfranco Veneto lo avevano trovato ubriaco alla guida nelle vicinanze della sua abitazione in via Crispi e in possesso di 6 grammi di cocaina suddivisa in cinque dosi, 200 grammi di sostanza da taglio e altri 14 di una droga sintetica. Ben Mohammed Kelil Lefti, tunisino di 44 anni conosciuto nel mondo della tossicodipendenza castellana come “Loris l'egiziano”, finì in manette oltre che per detenzione ai fini di spaccio di droga e guida in stato d'ebbrezza, anche per resistenza a pubblico ufficiale in quanto si oppose alla perquisizione personale effettuata dagli uomini dell'Arma. Due giorni più tardi, il 2 agosto, venne scarcerato e sottoposto all'obbligo di firma presso la polizia giudiziaria. Ma le indagini sul suo conto proseguirono, tanto che l'uomo è stato condotto nuovamente nel carcere di Santa Bona in quanto incastrato dai suoi clienti. Almeno dodici, tutti segnalati alla Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti, quelli sentiti dagli inquirenti, che hanno ricostruito la rete di spaccio del tunisino risultato essere l'abituale fornitore di droga di commercianti, professionisti e ristoratori, oltre che il pusher di numerosi locali pubblici, fin dal lontano 2003. Sette anni di vendita di droga per i quali il gip di Treviso che ha disposto per “Loris l'egiziano” la custodia cautelare in carcere.


Galleria fotograficaGalleria fotografica

 

Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
30/07/2010 - Pusher ubriaco arrestato