Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arrestato il tunisino Ben Mohammed Khelil Lofti

PUSHER TORNA IN CELLA

Conosciuto come "Loris l'egiziano", spaccia dal 2003


VEDELAGO – (gp) Il 30 luglio scorso era stato arrestato a Vedelago dopo che i carabinieri di Castelfranco Veneto lo avevano trovato ubriaco alla guida nelle vicinanze della sua abitazione in via Crispi e in possesso di 6 grammi di cocaina suddivisa in cinque dosi, 200 grammi di sostanza da taglio e altri 14 di una droga sintetica. Ben Mohammed Kelil Lefti, tunisino di 44 anni conosciuto nel mondo della tossicodipendenza castellana come “Loris l'egiziano”, finì in manette oltre che per detenzione ai fini di spaccio di droga e guida in stato d'ebbrezza, anche per resistenza a pubblico ufficiale in quanto si oppose alla perquisizione personale effettuata dagli uomini dell'Arma. Due giorni più tardi, il 2 agosto, venne scarcerato e sottoposto all'obbligo di firma presso la polizia giudiziaria. Ma le indagini sul suo conto proseguirono, tanto che l'uomo è stato condotto nuovamente nel carcere di Santa Bona in quanto incastrato dai suoi clienti. Almeno dodici, tutti segnalati alla Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti, quelli sentiti dagli inquirenti, che hanno ricostruito la rete di spaccio del tunisino risultato essere l'abituale fornitore di droga di commercianti, professionisti e ristoratori, oltre che il pusher di numerosi locali pubblici, fin dal lontano 2003. Sette anni di vendita di droga per i quali il gip di Treviso che ha disposto per “Loris l'egiziano” la custodia cautelare in carcere.


Galleria fotograficaGalleria fotografica

 

Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
30/07/2010 - Pusher ubriaco arrestato