Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il SIAP denuncia lo stato dell'Ufficio Immigrazione

"A UN PASSO DAL BARATRO"

Pochi poliziotti, tanto lavoro in luogo inadatto


TREVISO - (st) Poco personale all'Ufficio immigrazione di Treviso, attese infinite per gli stranieri e le tempistiche per le pratiche si allungano, luogo inadatto quello di Via Comenda per i servizi che deve offrire: poco spazio sia per l'accoglienza degli stranieri che devono recarsi agli sportelli per informazioni o per permessi, regolarizzazioni e richieste. A denunciarlo è il S.I.A.P., il sindacato italiano appartenenti Polizia, attraverso il suo segretario provinciale Iuliano Flaviano. Code di ore e in piedi nel retro dell'edificio per gli stranieri aspettano il proprio turno, niente distributori di bevande o cibo, l'aria è irrespirabile e di certo il caldo non aiuta. Dopo il termine dei contratti di 10 impiegati presso l'ufficio che l'amministrazione della Polizia di Stato non ha voluto rinnovare i poliziotti sono troppo pochi e non in grado di reggere l'afflusso di persone che avviene ogni giorno (basti pensare che sono 180 le persone che ogni giorno vi si recano e che gli stranieri residenti nella Provincia di Treviso sono circa 95.000). Una situazione non più sopportabile e “temiamo di ricadere nel baratro”, ammette Iuliano Flaviano.