Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Appello della Fism ai sindaci

SCUOLE MATERNE IN CRISI

900 insegnanti a Vittorio Veneto


VITTORIO VENETO - Scuole dell'infanzia in crisi per mancanza di fondi. La difficile congiuntura economica rimane sullo sfondo del 37simo convengo di studio promosso com'è tradizione all'inizio del nuovo anno scolastico dalla Fism, Federazione italiana scuole materne presieduta nella Marca da Giancarlo Frare. L'appuntamento si è svolto a Vittorio Veneto con la partecipazione del vescovo monsignor Corrado Pizziolo e ha visto la presenza di oltre 900 insegnanti. Sulla questione dei contributi, erogati in modo insufficiente o in ritardo sono intervenuti amministratori e politici con una polemica tra Lega nord e sinistra. In apertura del convegno la relazione del vescovo che ha riportato la riflessione sull'impegno educativo fondamentale nell'odierna società.

Ai nostri microfoni intervengono: il vescovo di Vittorio Veneto monsignor Corrado Pizziolo, il presidente provinciale della Fism Giancarlo Frare, il consigliere regionale del Pd – capogruppo per il suo partito - Laura Puppato, il segretario provinciale della Lega nord e sindaco di Vittorio Veneto Gianantonio da Re, sindaco di Vittorio Veneto.

Al convegno di Vittorio Veneto è intervenuta anche l'on. Simonetta Rubinato (Pd) che nei giorni scorsi aveva offerto consulenza legale gratuita a don Carlo Velludo per difenderlo dalla querela annunciata dall’'assessore regionale Remo Sernagiotto, dopo le critiche mossegli sui ritardi di erogazione dei contributi regionali. L'on. Rubinato ha inviato in redazione il seguente commento: "Se il Governo non ripristina subito i 240 milioni che ha tagliato dal contributo statale ci saranno pesanti ricadute sulle famiglie venete che si avvalgono di questo importante servizio offerto dalle parrocchie. Faccio appello ai referenti veneti del Centro Destra perché facciano sentire la propria voce al ministro Gelmini: la nostra Regione non può essere ancora penalizzata. Quando si è trattato di finanziare l’'emergenza rifiuti di Palermo o Roma capitale o la proroga delle multe per le quote latte – i soldi si sono trovati. Ma non si trovano invece quando c’'è da garantire un servizio essenziale per il 68% delle famiglie venete. Con il risultato che in Veneto ci tocca pagare i servizi due volte, prima con le tasse allo Stato e poi con la retta pagata dalle famiglie. E’ una logica inaccettabile soprattutto quando ci si riempie la bocca con il federalismo. A che serve sbandierare in ogni occasione lo slogan ‘Prima il Veneto’ – se poi scopriamo che pure nel settore scolastico la nostra Regione è svantaggiata rispetto al Sud, in termini di organici oltre che di risorse finanziarie? Grazie al servizio offerto dalle scuole d'’infanzia paritarie del Veneto il Governo risparmia ogni anno la bellezza di 513 milioni di euro. Basterebbe soltanto questo dato per far comprendere come ci sia tutto l’'interesse a contribuire al loro buon funzionamento".