Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il nuovo design dell'architetto Piero Lissoni

BENETTON RIAPRE A MILANO

Presente il vice presidente Alessandro Benetton


Foto Benetton.it - Alberto Conti

MILANO - Il flagship store Benetton di Milano riapre il prossimo 24 settembre alla presenza di Alessandro Benetton, vice presidente esecutivo del Gruppo. Con un nuovo design progettato da Piero Lissoni, in cui l’innovazione viaggia di pari passo con la tradizione milanese, il negozio è ospitato in un palazzetto neo-classico affacciato su Corso Buenos Aires, arteria obbligata dello shopping internazionale. Si estende su tre piani, con un concept capace di far dialogare l’identità innovativa di Benetton, che guarda con ottimismo al futuro, con lo spirito sofisticato della capitale della moda italiana.

 

A Milano l’intervento sull’edificio è partito dalla valorizzazione degli ambienti esistenti, riorganizzando lo spazio interno attraverso grandi scatole di lamiera grezza cerata, lasciata a tratti a doppia altezza e recuperando la corte originale su cui si affacciano le vetrine interne per enfatizzare con la massima eleganza le caratteristiche delle collezioni. Il piano interrato ospita Benetton bambino e Sisley young; il piano terra espone le collezioni Benetton donna, il nuovo corner dedicato alla maglieria e le collezioni Sisley, il marchio glamour del Gruppo, per donna e uomo; il piano primo presenta Benetton donna e uomo e il corner dedicato agli accessori.

 

“Per il negozio di Milano la scelta si è orientata verso ambienti chiari, tersi, luminosi, spazi che sappiano riflettere con discrezione lo spirito della città, del luogo che li ospita e li anima”, ha dichiarato Piero Lissoni. “L’importanza della luce, come elemento strutturante dello spazio, è sottolineata dalla scelta cromatica che punta sul bianco, su cui inscrivere i volumi puri degli arredi, perfettamente tecnici e funzionali. I materiali impiegati per la realizzazione degli arredi sono volutamente semplici, ma capaci di acquistare qualità di forza ed eleganza. Il motivo delle scatole di lamiera grezza è stato esteso alla suddivisone degli ambienti in maniera spettacolare, come punto di forza del progetto ”.

 

Il rinnovato grande negozio Benetton di Milano e la collaborazione con Lissoni rientrano nel quadro di Opening Soon…, un programma di investimenti nella rete distributiva per applicare nuove idee di architettura e design agli spazi di vendita in alcune città-simbolo della trasformazione del mondo: un vero itinerario internazionale dello stile e della modernità, avviato a Istanbul nel 2009 con il flagship store interamente progettato da Piero Lissoni, proseguito con altri negozi in edifici suggestivi di grandi città europee, da Londra a Parigi, a Francoforte, interpretando di volta in volta le loro culture.