Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Prodotti con vernici tossiche, deposito a Montebelluna

GIOCHI CINESI, MAXI SEQUESTRO

Oltre 250mila articoli, denunciati due trevigiani


TREVISO - (nc) 250mila giocattoli di provenienza cinese pronti alla distribuzione, tra cui 200 pistole giocattolo ad aria compressa con puntatore laser che riproducevano il marchio “Beretta”: tutto materiale realizzato con materiale tossico e posto sotto sequestro dalla Guardia di Finanza di Treviso. I giocattoli sono stati ritrovati in un deposito non autorizzato di Montebelluna dove un 46enne di Maser ed un 20enne di Vedelago stipavano i giochi in attesa di essere distribuiti ai negozianti di tutta la provincia. Per entrambi è scattata una denuncia per contraffazione, frode in commercio e ricettazione. L'operazione e' partita dal controllo di un furgone nei pressi del casello autostradale di Venezia est: all'interno del mezzo numerosi giocattoli di provenienza cinese. I due imprenditori ricevevano la merce direttamente dalla Cina: i giocattoli, prodotti con vernice tossica riportavano il marchio Ce, una dicitura che indica “China export” e facilmente confondibile con il marchio della Comunità europea.


Galleria fotograficaGalleria fotografica