Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Voluta dal prefetto e dirigente scolastico provinciale

POLIZIA ALL'USCITA DALLE SCUOLE

Vigilanza contro uso di alcool e droga nelle aule


TREVISO - (st) Si è parlato di scuola e sicurezza durante l'incontro avvenuto tra il nuovo Prefetto di Treviso Aldo Adinolfi, il dirigente scolastico provinciale e le Forze dell'Ordine. Si è parlato dei problemi che riguardano gli studenti e, per questo si è decisa la creazione di servizi di vigilanza e controllo fuori o vicino alle scuole, principalmente con lo scopo di evitare il diffondersi dell'uso di alcool e droga all'interno e fuori dalle aule. Ad occuparsi maggiormente del servizio di vigilanza sarà la Questura di Treviso con il contributo delle varie Polizie Locali. Fondamentali anche i “nonni-vigili” e le associazioni di volontariato che attraverso segnalazioni e osservazioni possono aiutare a fermare il fenomeno tipicamente giovanile dell'uso di alcool e di sostanze stupefacenti. Tutto questo non è tuttavia possibile, precisa Adinolfi, senza che dirigenti scolastici, professori e personale non docente, vigilino loro prima di tutti su ciò che avviene tra i corridoi scolastici in cui lavorano.