Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Procura vuole proteggere la figliastra di Eliseo David

GIU' LE MANI DA SALLY

La 40enne: "Non può essere stata mia madre"


TREVISO – (gp) “Non può aver fatto una cosa del genere”. Sono state queste le parole riferite agli inquirenti spontaneamente da Sally Tonon, la figlia 40enne di Laura De Nardo, la 61enne considerata la mente e la mandante dell'omicidio del marito Eliseo David narcotizzato e soffocato nel suo letto la notte tra il 15 e il 16 settembre scorso, e del suo primo marito Ottorino Tonon, annegato in un lago in Australia 39 anni fa. Sally, che fu la prima a entrare nella camera del patrigno che lei dolcemente ha sempre chiamato papà, è apparsa la più lucida e puntuale nel parlare con gli investigatori, nonostante sia affetta da un leggero disturbo mentale di personalità. Su di lei infatti, che lunedì scorso è crollata dalla pressione e dal dolore derivante dalla tragedia ed è stata trasportata in ospedale per essere sottoposta alle cure del caso, si stanno concentrando le preoccupazioni maggiori. In realtà è la vera vittima di questo fatto delittuoso, e se la madre verrà condannata per l'accusa di omicidio volontario premeditato, Sally sarà anche la persona che erediterà il patrimonio di Eliseo David. E proprio per evitare che qualcuno approfitti della situazione per accaparrarsi l'eredità, la Procura ha intenzione di opporsi alle richieste di parenti e servizi sociali di diventare curatori del patrimonio per conto di Sally, proprio perchè la 40enne, seppur affetta da un leggero disturbo di personalità, è autonoma e in grado di poter gestire il patrimonio che erediterà. Una scelta, quella della Procura, che vuol fare in modo che questo omicidio non diventi un dramma nel dramma.



Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
22/09/2010 - Marin non agi' da solo
21/09/2010 - Soffocato, lenta agonia
20/09/2010 - I carnefici dal giudice
19/09/2010 - Doveva morire anche Sally
18/09/2010 - Omicidio, indaga l'Interpol
17/09/2010 - Gia' anticipati 100 mila euro
17/09/2010 - Avevano pianificato tutto
16/09/2010 - Omicidio, arrestata la moglie
16/09/2010 - Delitto di via delle Acacie
16/09/2010 - Una tragedia inspiegabile
16/09/2010 - Narcotizzato e soffocato