Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Favaro definisce questa come un'assurda ingiustizia

IPAB: "PROPOSTA INDECENTE"

Guerra dei lasciti, insorge il presidente dell'Israa


TREVISO - (rg,st) Sempre più numerose le voci di protesta nei confronti del progetto di legge, che la maggioranza della Giunta Regionale si appresta a votare, relativo alla trasformazione delle Ipab, le istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza, in aziende pubbliche. E così tutti i soldi saranno trasferiti dalle casse degli istituti a quelle della Regione, cosa che, prevedibilmente, ha suscitato non poche polemiche. Il Presidente dell'I.s.r.a.a.,Istituto per Servizi di Ricovero e Assistenza agli Anziani, di Treviso, Fausto Favaro parla di questa come di una “proposta indecente che ha più il sapore di un sequestro che non di un intento di portare i beni in Regione per dare un ordine maggiore” e promette che tutte le Ipab del Veneto daranno il via prossimamente alle proprie rimostranze contro questa assurda proposta “anche perchè- aggiunge- se fosse così dovremmo dall'oggi al domani aumentare il prezzo delle rette non potendo più disporre dei soldi su cui ora contiamo”. A rincarare la dose ci pensa Paolino Barbiero, il segratario Provinciale della Cgil, che afferma che toccare i patrimoni delle Ipab è una mossa scellerata: per il problema del reperimento delle risorse c'è il rifinanziamento del Fondo Regionale per la non autosufficienza. “Non si tocchino i patrimoni della Ipab. Sia la politica ad intervenire sui casi di mala gestione, senza togliere la linfa vitale che ancora riesce a sostenere il volontariato e a garantire il sistema assistenziale nel territorio”.