Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/261: IL RITORNO DELLA TIGRE

Tiger Woods trionfa nel Mastersdi Augusta


AUGUSTA - Questo è il primo Major stagionale, il più ambito. Ha luogo nella consueta cornice dell’Augusta National, in Georgia, quel percorso tanto voluto dal mitico campione Bobby Jones. In Campo è presentela crema dei professionisti,i migliori giocatori del mondo, e tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/260: WGC, L'ÉLITE MONDIALE SI SFIDA IN MATCH PLAY

Vittoria a Kisner, ottimo terzo Francesco Molinari


AUSTIN (TEXAS) - È il secondo dei quattro eventi stagionali del World Golf Championship, le cui gare sono di livello inferiore solo ai major. Il WGC -Dell Technologies Match Play che si gioca in Texas sul percorso dell’Austin CC, è di spessore assoluto: nel field sono stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/259: AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Come di consueto l'Aigg apre il campionato 2019 al Marco Simone


ROMA - La primavera era già esplosa, quando siamo andati a Roma per l’avvio del tour dei giornalisti golfisti. Alla prima giornata di tappa, però, abbiamo preso la pioggia. Come di consueto, il primo incontro era al Marco Simone Golf & Country Club, alle porte di Roma, che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Il 21enne investì e uccise Serena Dal Fabbro

CAPRETTA, NIENTE SENTENZA

Disposta dal giudice una nuova perizia sull'incidente


TREVISO – (gp) Colpo  di scena al processo che vedeva imputato Valentino Capretta, il 21enne di Valdobbiadene che il 9 luglio scorso investì e uccise la piccola Serena Dal Fabbro, 5 anni, mentre stava attraversando assieme al padre sulle strisce pedonali via San Pietro a Valdobbiadene. Il pm Francesca Torri aveva chiesto che il giovane venisse condannato a 4 anni di carcere con rito abbreviato per omicidio colposo e omissione di soccorso, reato per il quale il legale del ragazzo, l'avvocato Cristiana Polesel, aveva invece chiesto l'assoluzione. Ci si attendeva la sentenza ma il giudice Michele Vitale, uscito dalla camera di consiglio, ha invece disposto una perizia tecnica per stabilire l'esatta dinamica del sinistro, la velocità tenuta dall'imputato e la posizione della bimba al momento dell'incidente. L'udienza è stata quindi rinviata al prossimo 4 ottobre giorno in cui verrà conferito l'incarico all'ingegnere di Sandonà di Piave Pierluigi Zamuner, il quale avrà poi 60 giorni di tempo per eseguire gli accertamenti. Ciò significa che si dovranno attendere i primi giorni del 2011 per sapere l'entità della condanna che verrà inflitta a Valentino Capretta il quale, presente in aula, non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione. La decisione del giudice segna dunque un punto a favore della difesa, come sostiene ai nostri microfoni il legale di Valentino Capretta, l'avvocato Cristiana Polesel.


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
04/08/2010 - Il pirata torna a casa
03/08/2010 - Processo al pirata
15/07/2010 - "Non li chiamo incidenti"
12/07/2010 - Capretta respinge le accuse
11/07/2010 - Lutto cittadino per Serena
10/07/2010 - Investe e uccide bimba