Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Lo scalo potrà così ambire alla seconda categoria

CANOVA, ESTATE DI LAVORI

Aeroporto chiuso e voli dirottati a Venezia


TREVISO - (mz) Canova chiuso per lavori per tutta l’estate. L’aeroporto di Treviso sospenderà l’attività da giugno a settembre dell’anno prossimo per consentire i lavori di adeguamento della pista: tutti i voli traslocheranno a Venezia. Così come gran parte  dei dipendenti (circa 200 persone tra addetti della società di gestione AerTre, della sicurezza e dei bar): tutti conserveranno il posto, senza dover ricorrere alla cassa integrazione. L’intera operazione comporterà un investimento di 18 milioni di euro (a carico di AerTre): verranno rifatte le fondazioni e il manto dei due chilometri e mezzo di pista, i sistemi di raccolta dell’acqua piovana e verrà installata una più moderna strumentazione per consentire l’atterraggio anche con scarsa visibilità. Lo scalo trevigiano potrà ambire alla seconda categoria e diventare una base per ospitare gli aerei Ryanair (già avviati i contatti), con conseguente incremento di traffico. Per assegnare l’appalto, verrà indetta una gara europea, conclusa entro il prossimo febbraio. Come hanno ricordato il presidente di Save Enrico Marchi, l’amministratore delegato Paolo Simioni, il sindaco Gian Paolo Gobbo e il presidente di AerTre Carlo Archiutti, si tratta del primo passo del piano di sviluppo complessivo per lo scalo trevigiano: Treviso ha già superato per passeggeri gli aeroporti di Genova e Firenze e l’obbiettivo è raddoppiare nel giro di una quindicina d’anni i 2 milioni di viaggiatori stimati per il 2010.