Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rinviato a giudizio un 30enne di Breda di Piave

PIROMANE A PROCESSO

Avrebbe incendiato il garage di un vicino per punirlo


BREDA DI PIAVE – (gp) E' stato rinviato a giudizio con l'accusa di incendio doloso un 30enne di Breda di Piave reo, secondo il pm Francesca Torri, di essere stato lui ad appiccare le fiamme nei garage del suo condominio per vendicarsi dei cattivi rapporti che aveva con un condòmino. Il giovane ha sempre respinto le accuse affermando di non c'entrare nulla con il rogo, avvenuto il 30 giugno del 2009 nello stabile di via Generale Dalla Chiesa a Breda. Le indagini successive all'evento provarono però che le fiamme erano di natura dolosa, e il 30enne, l'unico a rimanere ferito nell'incendio tanto da dover essere ricoverato al centro grandi ustionati di Padova, è considerato l'autore del gesto. Dovrà presentarsi davanti al giudice il prossimo 12 gennaio per affrontare il processo, che si presenta puramente indiziario, anche se la procura è convinta che le tempistiche, le lesioni riportate dal ragazzo al volto e alle mani e alcune testimonianze di altri condòmini lo incastrerebbero. Il giovane ha detto di essere rimasto ferito nel tentativo di salvare la propria auto e di spegnere l'incendio, ma per gli inquirenti sarebbe stata invece la causa di un ritorno di fiamma che lo ha investito proprio mentre stava appiccando l'incendio con del liquido infiammabile.