Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Apertura della "Commerciale Friuli"

POTRANNO TORNARE A LAVORO

47 lavoratrici costrette alle ferie, avevano scioperato


TREVISO - Nuovi sviluppi per la vicenda che coinvolge le 47 lavoratrici dei nove negozi ex Cdm Mazzorato Moda ceduti a Commerciale Friuli Srl e ubicati a Conegliano e Mogliano Veneto e nelle vicine province di Pordenone, Venezia, Padova e Trieste. Le commesse sono state messe in ferie forzate dai vertici aziendali dopo aver proclamato due giorni di sciopero il 18 e 19 settembre. Nei giorni scorsi, incaricati dell'azienda stavano provvedendo a cambiare le serrature dei negozi e ad assumere il personale per sostituire le lavoratrici che avevano scioperato. Fra le donne obbligate a stare in ferie, anche alcune in maternità. Questa mattina, però, è arrivato un segnale di apertura da parte dell'azienda, con la comunicazione che le commesse, già da domani, potranno tornare a lavorare nei negozi. Intanto sono state depositate in Tribunale le prime denunce per la violazione dell'articolo 28 dello Statuto dei Lavoratori. Nel comportamento dell'azienda, in sostanza, la Fisascat Cisl ravvisa una palese limitazione dell'esercizio della libertà e dell'attività sindacale nonché del diritto di sciopero. All'azienda, il sindacato chiede inoltre nuovamente un incontro per affrontare tutte le questioni lasciate aperte. “Riteniamo un segnale importante quello di far tornare al lavoro le 47 dipendenti. Ora attendiamo che l’azienda ci convochi per la soluzione dei problemi aperti. In ogni caso - conclude Ceotto - attueremo fin da subito tutte le misure necessarie per incassare le m en silità non ancora pagate manifestando il nostro dissenso per il comportamento dell’azienda in tutte le sedi, anche istituzionali”.