Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lutto che colpisce il capitano del Calcio Treviso

MORTA LA MOGLIE DI FERRONATO

Aveva 35 anni, si è arresa ad un tumore al seno


TEZZE SUL BRENTA (sf) Il Calcio Treviso è in lutto per la morte di Marta Giuliodoro, 35 anni, la moglie del capitano biancoceleste Alessandro Ferronato. La donna è spirata questa mattina nella sua abitazione di Tezze sul Brenta (VI) alla fine di una lunga battaglia durata oltre 3 anni contro un tumore al seno. Lascia, oltre il marito, i figli Pietro e Sara, 9 e 7 anni. I funerali si terranno domani alle 16 nella chiesa di Laghi di Cittadella (PD). Così Ferronato ricorda la moglie: "Era molto impegnata in parrocchia, faceva la catechista, il volontariato, aveva organizzato anche una compagnia teatrale. Vi assicuro che era una donna fantastica, forte, combattiva. Purtroppo la malattia è stata ancora più forte, un paio di ricadute ed una metastasi al fegato che non è riuscita a domare. Non so quando tornerò a giocare, adesso dovrò ricaricarmi, mi serve normalità: questi giorni sono stati pesanti, i bambini hanno bisogno della mia presenza. Quando sarò più tranquillo mi rivedrete in campo". Ad Alessandro Ferronato ed alla sua famiglia le più sentite condoglianze da parte della Redazione di Radio Veneto Uno.