Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lutto che colpisce il capitano del Calcio Treviso

MORTA LA MOGLIE DI FERRONATO

Aveva 35 anni, si è arresa ad un tumore al seno


TEZZE SUL BRENTA (sf) Il Calcio Treviso è in lutto per la morte di Marta Giuliodoro, 35 anni, la moglie del capitano biancoceleste Alessandro Ferronato. La donna è spirata questa mattina nella sua abitazione di Tezze sul Brenta (VI) alla fine di una lunga battaglia durata oltre 3 anni contro un tumore al seno. Lascia, oltre il marito, i figli Pietro e Sara, 9 e 7 anni. I funerali si terranno domani alle 16 nella chiesa di Laghi di Cittadella (PD). Così Ferronato ricorda la moglie: "Era molto impegnata in parrocchia, faceva la catechista, il volontariato, aveva organizzato anche una compagnia teatrale. Vi assicuro che era una donna fantastica, forte, combattiva. Purtroppo la malattia è stata ancora più forte, un paio di ricadute ed una metastasi al fegato che non è riuscita a domare. Non so quando tornerò a giocare, adesso dovrò ricaricarmi, mi serve normalità: questi giorni sono stati pesanti, i bambini hanno bisogno della mia presenza. Quando sarò più tranquillo mi rivedrete in campo". Ad Alessandro Ferronato ed alla sua famiglia le più sentite condoglianze da parte della Redazione di Radio Veneto Uno.