Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Tre banditi in manette, colpi in tutto il Veneto

RAPINE, GIOSTRAI IN MANETTE

All'alba blitz della squadra mobile di Treviso e Padova


TREVISO - (nc) Erano membri di una banda specializzata nelle rapine in istituti di credito con decine di colpi accertati tra le province di Treviso e Padova: ad incastrarli i filmati delle telecamere, le testimonianze di cassieri e clienti e soprattutto le rivelazioni di due “pentiti” precedentemente arrestati. L'operazione condotta dalla squadra mobile di Treviso e di Padova ha portato in carcere tre giostrai responsabili di due rapine effettuate in provincia di Treviso nell'estate del 2009. A finire in manette il 39enne Massimo Levanovich fermato mentre si trovava all'interno di una roulotte nei pressi di Cessalto, il 44enne Diego Levanovich arrestato nella sua abitazione di Caerano ed il 46enne Major Moreno, residente in un appartamento di Trevignano. La banda entrò in azione il 9 luglio 2009 alla “Cassa di risparmio del Veneto” di Gaiarine: qui i malviventi riuscirono ad appropriarsi di ben 40mila euro in assegni. In quell'occasione una delle cassiere venne addirittura alleggerita del portafoglio, contenente appena 50 euro. Il secondo colpo cinque giorni dopo, il 14 luglio, presso la filiale Unicredit di Villorba: travisati da parrucche ed armati di taglierino tennero in ostaggio clienti e dipendenti della banca per oltre un'ora sotto la minaccia di una finta bomba. Attesero l'apertura della cassaforte e fuggirono con 55mila euro. A dare avvio alle indagini era stato l'arresto del maestro di musica padovano Michele Contin avvenuto la scorsa estate. Il musicista ed alcuni componenti delle frange più estreme dei tifosi del Padova calcio erano stati protagonisti di decine di colpi.


Galleria fotograficaGalleria fotografica