Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Flc e Rete degli Studenti contro i tagli della Gelmini

PROF E STUDENTI IN PIAZZA

Sciopero le prime ore di scuola di venerdì 8 ottobre


TREVISO - (st) «Scioperiamo per rompere il silenzio calato su una riforma che sfascerà la scuola come istituzione, come ente formativo pubblico e come luogo di lavoro di migliaia di persone». Sono queste le motivazioni che Marta Viotto, il segretario provinciale della Federazione Lavoratori della conoscenza della Cgil Treviso, dà in merito alla protesta indetta per venerdì prossimo, l'8 ottobre che coinvolgerà insegnanti, dirigenti e personale ATA delle scuole del trevigiano. Lo sciopero riguarderà solo le prime ore dell'orario scolastico e, promette Marta Viotto, proseguirà ad intermittenza fino a dicembre. Tutti in piazza per protestare contro il blocvhi di stipendi, contratti e progressioni economiche, contro i tagli del personale, delle risorse per l'istruzione, la soppressione degli enti di ricerca e tante altre novità derivanti dalla riforma Gelmini. E gli studenti sono con i professori: con loro scenderà in piazza anche la Rete degli Studenti .