Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Protesta degli studenti contro i tagli del governo

SCUOLA, LA CARICA DEI 4 MILA

Fronte comune tra ragazzi, insegnanti e personale Ata


TREVISO – (gp) “Tutto sulle nostre spalle”. Con questo slogan hanno pacificamente invaso il centro storico di Treviso quasi 4 mila studenti delle scuole superiori della Marca con al fianco insegnanti, dirigenti e personale Ata per protestare contro i tagli previsti dalla riforma del ministro dell'Istruzione Maria Stella Gelmini. Un corteo compatto, rumoroso, ma assolutamente non pericoloso, come hanno affermato i vertici delle forze dell'ordine, presenti in massa per garantire l'ordine pubblico ma di fatto inoperosi per tutta la durata della manifestazione. Una protesta senza precedenti in termini di numero quella andata in scena in Piazza dei Signori, dove il corteo si è fermato dopo essere partito da piazza Duca d'Aosta alle 9.30. Il mondo dell'istruzione ha voluto protestare contro il blocco degli stipendi, dei contratti e delle progressioni economiche, contro i tagli del personale, delle risorse per l'istruzione e la soppressione degli enti di ricerca. Per la prima volta poi a fare fronte comune ci sono stati anche i rappresentanti della “Rete degli studenti” e di “Lotta studentesca”, movimenti giovanili di opposte radici ideologiche. Ai nostri microfoni spiega i motivi e il bilancio della manifestazione il segretario provinciale della Cgil. Paolino Barbiero.

Galleria fotograficaGalleria fotografica

 

Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
07/10/2010 - Studenti, fronte comune