Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Protesta degli studenti contro i tagli del governo

SCUOLA, LA CARICA DEI 4 MILA

Fronte comune tra ragazzi, insegnanti e personale Ata


TREVISO – (gp) “Tutto sulle nostre spalle”. Con questo slogan hanno pacificamente invaso il centro storico di Treviso quasi 4 mila studenti delle scuole superiori della Marca con al fianco insegnanti, dirigenti e personale Ata per protestare contro i tagli previsti dalla riforma del ministro dell'Istruzione Maria Stella Gelmini. Un corteo compatto, rumoroso, ma assolutamente non pericoloso, come hanno affermato i vertici delle forze dell'ordine, presenti in massa per garantire l'ordine pubblico ma di fatto inoperosi per tutta la durata della manifestazione. Una protesta senza precedenti in termini di numero quella andata in scena in Piazza dei Signori, dove il corteo si è fermato dopo essere partito da piazza Duca d'Aosta alle 9.30. Il mondo dell'istruzione ha voluto protestare contro il blocco degli stipendi, dei contratti e delle progressioni economiche, contro i tagli del personale, delle risorse per l'istruzione e la soppressione degli enti di ricerca. Per la prima volta poi a fare fronte comune ci sono stati anche i rappresentanti della “Rete degli studenti” e di “Lotta studentesca”, movimenti giovanili di opposte radici ideologiche. Ai nostri microfoni spiega i motivi e il bilancio della manifestazione il segretario provinciale della Cgil. Paolino Barbiero.

Galleria fotograficaGalleria fotografica

 

Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
07/10/2010 - Studenti, fronte comune