Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Scappa all'alt e causa due incidenti: in manette

FOLLE CORSA IN CENTRO

Bloccato dai carabinieri un 18enne neopatentato


TREVISO – (gp) Arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e denunciato per essersi rifiutato di sottoporsi all'alcoltest. Sono queste le conseguenze della notte brava di un 18enne trevigiano, D.A, che non si è fermato all'alt dei Carabinieri ingaggiando un inseguimento di una decina di minuti a fari spenti e a folle velocità lungo le vie del centro. Il giovane, neopatentato, a bordo della Mini Cooper del padre, è stato notato dai militari procedere a velocità sostenuta nei pressi di piazza Duomo che hanno deciso di fermarlo. Il giovane però, oltre a non arrestare la sua corsa, ha spento i fanali e ha tentato di fuggire. Una corsa folle iniziata dal Duomo e proseguita in via Caccianiga, viale Cairoli, via Appiani, Viale Montegrappa, viale Oberdan e viale Trento e Trieste, e terminata nei pressi della stazione ferroviaria. Nel mezzo non solo una serie di infrazioni al codice della strada, ma due speronamenti in retromarcia alla gazzella dei Carabinieri, con un militare fatto cadere a terra mentre tentava di aprire la portiera dell'auto del ragazzo. Lungo il Put poi, per tentare di aggirare il traffico di mezzanotte in città, il ragazzo ha causato due incidenti: il primo strisciando la fiancata di una 36enne, il secondo, simile per dinamica, sbattendo contro la vettura del sindaco di Monastier Salvatore Lo Stimolo. Nessuna conseguenza per gli occupanti ma soltanto tanta paura. Una vicenda che poteva avere esiti ben più gravi e che ha messo in serio pericolo i cittadini trevigiani che hanno, loro malgrado, assistito alla scena. Il ragazzo, che frequenta l'ultimo anno di un liceo trevigiano, incensurato e di buona famiglia, è stato condotto nel carcere di Santa Bona e si è visto ritirare la patente di guida. Ai nostri microfoni il commento sullì'episodio del comandante dei carabinieri della compagnia di Treviso, il capitano Claudio Papagno.