Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

In strada anche i lavoratori della Ape

INDESIT IN SCIOPERO

Presidio davanti alla fabbrica di Refrontolo


TREVISO - (mz) Tute blu in strada per il futuro delle fabbriche. Per tutta la mattinata di ieri i lavoratori della Indesit e della Ape hanno dato vita ad un presidio davanti ai due stabilimenti, uno adiacente all'altro nella zona industriale di Refrontolo. I dipendenti della multinazionale dell'elettrodomestico hanno scioperato dalle otto a mezzogiorno: elevata l'adesione, secondo i sindacati, con la produzione di fatto bloccata e una cinquantina di operai ad alternarsi nel presidio davanti ai cancelli. Un modo per rilanciare l'attenzione sul destino del sito produttivo: il gruppo Merloni intende dismetterlo e si cerca qualcuno in grado di rilevarlo e garantire l'occupazione. Per gli addetti della Ape, invece, la scadenza è ancora più urgente: l'azienda è fallita e a dicembre terminerà anche la cassa integrazione in deroga. In 64 rischiano di rimanere senza alcun sostegno. Due casi emblematici, per i confederali, dell'impoverimento industriale del territorio. Le ragioni della manifestazione vengono illustrate ai nostri microfoni da Loris Scarpa, della Fiom Cgil.