Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannati romeni Daniel Raducan e Cornelia Ciudin

MINACCIANO LUCCIOLA, 60 MESI

Volevano soldi per lasciarla prostituire sulla Castellana


TREVISO – (gp) L'avevano minacciata di morte se non avesse pagato una sorta di pizzo per poter occupare un posto lungo la Castellana per prostituirsi. Ma lei, giovane lucciola romena, si è opposta e li ha denunciati. Per l'accusa di tentata estorsione, derubricata poi a processo in esercizio arbitrario delle proprie ragioni, sono stati condannati a due anni e sei mesi ciascuno Cornelia Ciudin, 30enne romena, e Daniel Raducan, 31 anni anche lui romeno. Era il giugno del 2007 quando a Castelfranco Veneto i due avevano avvicinato la prostituta, che veniva a vendere il suo corpo a Treviso da San Martino di Lupari. “Se non paghi ti faccio investire con la Z4 che ho fatto rubare” le avrebbero detto, stando al capo d'imputazione. E la cifra per l'affitto del posto sarebbe stata 70 euro al giorno, o meglio, per ogni volta che l'avrebbe occupato per svolgere la sua attività. Una richiesta fin troppo esplicita di denaro che la giovane prostituta non solo non ha consegnato, ma ha raccontato tutto alle forze dell'ordine che hanno identificato i due presunti estorsori.