Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannati romeni Daniel Raducan e Cornelia Ciudin

MINACCIANO LUCCIOLA, 60 MESI

Volevano soldi per lasciarla prostituire sulla Castellana


TREVISO – (gp) L'avevano minacciata di morte se non avesse pagato una sorta di pizzo per poter occupare un posto lungo la Castellana per prostituirsi. Ma lei, giovane lucciola romena, si è opposta e li ha denunciati. Per l'accusa di tentata estorsione, derubricata poi a processo in esercizio arbitrario delle proprie ragioni, sono stati condannati a due anni e sei mesi ciascuno Cornelia Ciudin, 30enne romena, e Daniel Raducan, 31 anni anche lui romeno. Era il giugno del 2007 quando a Castelfranco Veneto i due avevano avvicinato la prostituta, che veniva a vendere il suo corpo a Treviso da San Martino di Lupari. “Se non paghi ti faccio investire con la Z4 che ho fatto rubare” le avrebbero detto, stando al capo d'imputazione. E la cifra per l'affitto del posto sarebbe stata 70 euro al giorno, o meglio, per ogni volta che l'avrebbe occupato per svolgere la sua attività. Una richiesta fin troppo esplicita di denaro che la giovane prostituta non solo non ha consegnato, ma ha raccontato tutto alle forze dell'ordine che hanno identificato i due presunti estorsori.