Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Incidente nel 2006, morì la figlia della compagna

OMICIDIO COLPOSO, DOMICILIARI

Condannato il 31enne di Preganziol, Thomas Boscato


TREVISO - (nc) Dovrà scontare un anno, sei mesi e quattordici giorni agli arresti domiciliari per omicidio colposo e guida in stato di ebrezza, il 31enne roncadese Thomas Boscato, attualmente residente a Preganziol. Il provvedimento nei confronti dell'operaio è stato notificato dai Carabinieri di Mogliano giovedì scorso per ordine del Tribunale di Venezia. Thomas Boscato domenica 25 giugno 2006 fu protagonista di un tragico incidente stradale a Portogruaro: in quell'occasione perse la vita Houria, una bimba di appena cinque anni che si trovava con lui in auto, figlia della sua compagna di allora, Laura Rossi di Cavrie e nata dal matrimonio di quest'ultima con un algerino di 37 anni. La sua auto finì in un fossato e l'uomo venne trovato positivo all'alcooltest e con la patente sospesa. Boscato al momento dell'incidente si trovava fuori di prigione affidato ad una cooperativa che recupera i giovani dalla droga e non aveva il permesso nè di bere nè di guidare. Ed è per aver violato queste consegne che, all'indomani dell'incidente, è tornato in prigione per riuscirne grazie all'indulto. All'epoca, l'avvocato difensore di Thomas Boscato, Alessandra Nava, sostenne che alla guida non ci fosse Boscato ma la giovane madre. Una perizia sosteneva infatti che il sedile del guidatore fosse infatti bloccato su una misura femminile.