Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

A Motta punta massima di 7,84 metri a mezzanotte

IL LIVENZA SI ╚ FERMATO

Il sindaco Speranzon: "E' ancora stato d'emergenza"


MOTTA DI LIVENZA – (gp) L'allarme non è ancora rientrato, la situazione rimane d'emergenza, ma il Livenza ha smesso di salire. Il fiume che attraversa Motta di Livenza nel punto più critico di questa alluvione ha toccato la punta massima attorno alla mezzanotte raggiungendo la quota di 7,84 metri, ben oltre il livello che venne raggiunto nel 2002 quando l'acqua sfiorò i 7,50 metri, e oltre anche al livello raggiunto nel 1966. L'ondata di piena è ancora importante, e gli argini sembrano reggere la spinta idraulica del flusso del fiume, ma lo stato d'emergenza rimane tale almeno per le prossime 12 ore. Rispetto alla velocità con la quale la piena ha preso potenza nelle giornate di lunedì e di ieri, l'abbassamento delle acque è molto più lento: si parla infatti di circa un centimetro all'ora fino a questo momento. Il livello infatti difficilmente scenderà sotto i 7,50 metri prima delle 15, dicono gli esperti. Ad aggravare la situazione anche il mancato scarico del vicino Monticano, che proprio a causa dell'ondata di piena non è in grado di smaltire la massa d'acqua che lo sta ingrossando. Ai nostri microfoni illustra la situazione il sindaco di Motta di Livenza Paolo Speranzon. (Foto del Livenza a Meduna da Il Gazzettino.it)