Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un anno di carcere alla 44enne Samije Osmani

FIGLIO AGGREDITO, PATTEGGIA

Non sopportava la relazione del 22enne con un'italiana


REVINE -  (gp) Processata per direttissima, ha patteggiato un anno di reclusione per violazione di domicilio, lesioni e minacce Samije Osmani, la 44enne macedone residente a Revine che, contraria alla relazione che il figlio 22enne stava intrattenendo con una 33enne italiana, ha minacciato entrambi di morte cercando di accoltellarli. La donna non sopportava la relazione che si stava instaurando tra il figlio e l'italiana, separata dal marito 42enne, tanto che i due per un periodo erano stati costretti a vivere in Germania. Tornati a Revine si erano accasati nell'abitazione di lei: è lì che la madre mercoledì ha cercato di farsi giustizia da sola presentandosi con un coltellaccio da cucina e minacciando entrambi di morte. L'unico a farne le spese è stato l'ex marito della trevigiana che ha cercato di contenerne la furia omicida: l'uomo è rimasto gravemente ferito da un fendente al braccio sinistro. La lesione, medicata all'ospedale di Vittorio Veneto, è stata giudicata guaribile in 15 giorni di prognosi.